Skip to main content

Origine: АrсhDаilу

Museo della scarpa Schoenenkwartier / Architetti civici

Schoenenkwartier Shoe Museum / Civic Architects - Fotografia di esterni, finestre, facciate

Schoenenkwartier Shoe Museum / Architetti civici - Fotografia di esterni, finestre, mattoni, facciate, archi, portici

Descrizione testuale fornita dagli architetti. Il Museo Schoenenkwartier è un nuovo e innovativo centro di conoscenza per il design delle scarpe, la produzione di scarpe e la moda delle scarpe nel centro di Waalwijk, la città olandese della pelle e delle scarpe. È ospitato in un complesso edilizio storico degli anni ’30, dell’architetto Alexander Kropholler, che è stato in parte ristrutturato, trasformato e ampliato. Gli edifici oggi ospitano una collezione di 12.000 oggetti, diverse mostre permanenti, un centro di conoscenza con una biblioteca di ricerca, uno spazio per laboratori e un auditorium, una caffetteria del museo e laboratori per la progettazione e la prototipazione. Sia la pianificazione e il design dell’edificio che i suoi interni tracciano un nuovo futuro stimolante per l’industria, la città e la comunità, costruito sui valori del passato.

Schoenenkwartier Shoe Museum / Architetti civici - Fotografia di interni, facciate, scale, corrimanoSchoenenkwartier Shoe Museum / Architetti civici - Fotografia di interni, scale

Artigianato storico come nuovo connettore. Waalwijk è una tipica piccola città europea che è diventata grande grazie allo sviluppo industriale di un artigianato locale, ma allo stesso tempo è alle prese con il proprio futuro. La lavorazione della pelle e la produzione di scarpe hanno formato la cultura, l’economia e l’orgoglio della regione “de Langstraat” come attore internazionale, ma la produzione di pelle e scarpe è ora scomparsa. Tuttavia, ci sono ancora aree di marchi di scarpe grandi e piccoli, e il Museo della scarpa e della pelle è stato fondato nel 1954. L’edificio è una combinazione di museo e centro di innovazione, intrecciati in un’unica entità vivente. Una biblioteca di ricerca si trova tra le sale espositive, ci sono diversi laboratori di innovazione e design per la formazione e gli artisti in residenza, e varie possibilità per conferenze e presentazioni aziendali. Il Museo della Calzatura ha riportato l’artigianato calzaturiero regionale al punto di partenza, la città sta tornando ad essere meta (inter)nazionale di esperti e innovatori e la storia culturale della comunità locale viene mostrata e valorizzata. La collezione è una fonte inesauribile di ispirazione in tutto questo.

Schoenenkwartier Shoe Museum / Architetti civici - Fotografia di interni, Facciata, Finestre, Arcata, Arco, Colonna

Rivitalizzazione pubblica del centro cittadino. Il Museo della Calzatura si trova nel cuore del centro storico della città, sulla Raadhuisplein, dove nel secolo scorso erano ospitati il ​​municipio e il municipio. Le funzioni generali del museo, come il caffè di lavoro con i laboratori di lavoro all’aperto, sono direttamente visibili dalla piazza e sono aperte anche al pubblico, anche per chi non visita le mostre. Oltre ad essere un museo e un centro di innovazione, il Museo della Calzatura è un luogo accogliente per la comunità. L’ospitale atmosfera pubblica si nota anche quando si entra nell’edificio attraverso i portici storici con generose porte girevoli e scorrevoli: l’area d’ingresso è completamente aperta e al centro dell’edificio corre un marciapiede interno con un motivo a ciottoli, che ricorda una città coperta quadrato.

Schoenenkwartier Shoe Museum / Architetti civici - Fotografia d'interni, Trave

Un vero edificio museale al passo con i tempi. L’edificio ha una disposizione e un’atmosfera diverse rispetto ai musei tradizionali. La collezione di scarpe è ampia, ampia e speciale, ma i gruppi target previsti (dagli esperti di moda internazionali alle famiglie del quartiere) hanno tutti aspettative, esigenze e livelli di attenzione diversi. Ecco perché l’edificio è stato progettato in modo tale che ognuno possa determinare la propria strada e il proprio ritmo. Il piano terra completamente aperto riunisce tutte le funzioni, dalla caffetteria alle mostre, e il giardino aggiunto centralmente offre flessibilità e scelta per il percorso pubblico. Le spettacolari nuove grandi aperture circolari, ritagliate nella vecchia facciata spoglia dell’ala degli uffici anni ’80, permettono di intravedere le mostre da qui. Scale e percorsi sapientemente posizionati consentono di prendere scorciatoie e visitare solo i punti salienti e studiare in dettaglio una mostra se lo si desidera, ma è anche possibile visitare il museo in modo classico e seguire l’intero percorso ben congegnato. Il layout aperto del museo significa che ci sono molte viste in tutto il museo. Si può guardare avanti, indietro e all’interno delle sale espositive, così come nel knowledge center e nei “make-lab” che sono stati logicamente collocati lungo questi percorsi. Questo collega le collezioni e le persone in modo rilassato. Rende il Museo della scarpa un luogo vivace per l’impollinazione incrociata e l’ispirazione. A volte, puoi anche guardare fuori uno dei giardini o degli edifici storici, per elaborare le tue impressioni o semplicemente goderti il ​​bellissimo posto.

Schoenenkwartier Shoe Museum / Architetti civici - Fotografia di interni, controsoffittoSchoenenkwartier Shoe Museum / Architetti civici - Fotografia di interni, bagno

Architettura per tutti. Il tono del complesso è dato da materiali familiari come mattoni, acciaio, cemento e legno. Si tratta di una scelta deliberata: i materiali rafforzano l’atmosfera della collezione e dell’edificio storico e formano un’opera d’arte collettiva. Allo stesso tempo, sembra che alcuni visitatori possano sentirsi a disagio o sgraditi negli spazi museali astratti perché non li visitano così spesso, mentre il museo vuole essere aperto al pubblico più vasto possibile. La scelta di materiali reali e le forme geometriche utilizzate trascendono il gruppo target nel senso che fanno appello a esperienze universali dei sensi umani; dalla vista all’udito, dal tatto all’olfatto. Anche i materiali sono scelti pensando alla sostenibilità. Da un lato, ciò significa che devono essere in grado di resistere a manipolazioni difficili e invecchiare bene e, dall’altro, che devono essere di provenienza sostenibile e riutilizzati ove possibile.

Schoenenkwartier Shoe Museum / Architetti civici - Fotografia di interni, finestre, corrimano
Origine: АrсhDаilу

Leave a Reply