Skip to main content

Origine: АrсhDаilу

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, finestre, paesaggio urbano, facciata

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, Lungomare, Paesaggio urbano

Descrizione testuale fornita dagli architetti. HAUT, una torre residenziale, è un prototipo per la costruzione di grattacieli innovativi ed ecologici. Il team – Team V Architecture, Lingotto, Arup e JP van Eesteren – ha costruito un ambizioso edificio sostenibile: un grattacielo in legno, con 21 piani, una delle torri in legno più alte del mondo. Mai prima d’ora questo punteggio di sostenibilità più alto – BREEAM Outstanding – è stato assegnato a un edificio residenziale nei Paesi Bassi.

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, Facciata

Come risultato delle nuove tecniche per una torre ibrida in legno alta 73 metri, c’è interesse da tutto il mondo per questa combinazione di sostenibilità e densificazione urbana. Il sito di sviluppo di HAUT accanto al fiume Amstel non è andato semplicemente al miglior offerente. Nella valutazione delle offerte, il comune di Amsterdam ha anche valutato sia la qualità architettonica che la sostenibilità. La proposta selezionata è una torre residenziale in legno di 21 piani, una delle strutture in legno più alte del mondo. Il progetto innovativo ha contribuito a riportare il legno sulla mappa del mondo come materiale da costruzione strutturale.

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, WindowsEdificio residenziale HAUT Amsterdam / Architettura Team V - Immagine 35 di 44

Sostenibilità. A differenza del cemento e dell’acciaio, la produzione di legname non provoca emissioni di carbonio. Il legname immagazzina effettivamente carbonio. Inoltre, il legname è rinnovabile se raccolto da una produzione forestale sostenibile. HAUT è un esempio di sostenibilità innovativa anche in altri modi. L’edificio è dotato di pannelli solari sul tetto e sulla facciata, il raffreddamento proviene da terra, termostati controllati da sensori che regolano il riscaldamento e il raffreddamento del pavimento a bassa temperatura, nidi per uccelli e pipistrelli, punti di ricarica per auto elettriche condivise e un tetto giardino con deposito di acqua piovana.

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di interni, scale, trave, facciataHAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia d'interni, Beam

Legname ibrido. La struttura portante di HAUT è costituita da pannelli in legno lamellare (CLT) prodotti fuori sede, garantendo una bassa produzione di rifiuti e un montaggio in loco rapido e pulito. Poiché non esistono regolamenti edilizi standard per le costruzioni in legno a molti piani, il team di progettazione ha investito molto tempo ed energie nell’innovazione tecnica e nella sicurezza. Pavimenti e pareti sono costruiti in legno, ma una struttura interamente in legno nell’umida e ventosa Amsterdam sarebbe impossibile. Di conseguenza, le fondamenta, i seminterrati e il nucleo sono costruiti in cemento.

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di interni, finestre, balconeEdificio residenziale HAUT Amsterdam / Architettura Team V - Immagine 36 di 44HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di interni, facciata, finestre, ponte, corrimano

ALTA Architettura. Un vantaggio della costruzione in legno è che offre una sensazione calda e consente un alto livello di personalizzazione, o “Alta architettura” su misura. I pannelli CLT sono facilmente adattabili durante la prefabbricazione, offrendo ai primi acquirenti opzioni in termini di dimensioni e disposizione del loro appartamento, numero di piani e posizionamento di spazi, gallerie e balconi a doppia altezza. A differenza della maggior parte degli edifici in legno, solo le pareti interne di HAUT sono portanti, consentendo finestre dal pavimento al soffitto nella facciata. Lo schema irregolare dei balconi e gli spazi pronunciati a doppia altezza che si affacciano sul fiume Amstel rendono l’architettura di HAUT altamente distintiva.

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, FacciataEdificio residenziale HAUT Amsterdam / Architettura Team V - Immagine 39 di 44

Accelerazione. Da quando il Team V Architecture ha iniziato su HAUT nel 2016, sostiene l’uso del legno massiccio nella progettazione degli edifici. Questo progetto ha contribuito ad accelerare il passaggio dalla costruzione tradizionale in cemento e acciaio al legno come alternativa più sostenibile. Da quando ha pubblicato il progetto di HAUT, al Team V viene chiesto di tenere conferenze e partecipare a workshop sulle costruzioni in legno massiccio in tutto il mondo, dall’Europa e dalla Nuova Zelanda al Canada. Tutti e quattro i partner – Lingotto, Arup, JP van Eesteren e Team V – sono diventati esperti in complesse torri ibride in legno e condividono regolarmente le loro conoscenze con decisori, ingegneri, designer, costruttori e studenti – la nuova generazione.

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, finestre, paesaggio urbano, facciataEdificio residenziale HAUT Amsterdam / Architettura Team V - Immagine 41 di 44HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, Paesaggio urbano, Finestre

Rilevanza. HAUT è un pioniere dei grattacieli in legno. Per vincere questa gara, lo sviluppatore Lingotto ha dovuto mettere insieme un forte team di progettazione. La prima telefonata è andata al Team V Architecture. Do Janne Vermeulen (architetto e direttore del Team V), insieme all’ingegnere Mathew Vola (direttore Arup Netherlands) ha suggerito il piano per costruire in legno: “Il primo motivo, ovviamente, è costruire in modo più sostenibile, ma il secondo è il architettura. Puoi davvero mostrare il legname, soprattutto all’interno. Vivete il legno come un materiale caldo nella vostra casa”. Mathew Vola, specialista in costruzioni in legno: “C’è un problema climatico al quale il settore edile contribuisce in modo significativo. Circa un quarto di tutte le emissioni di CO2 provengono dal settore edile. Più legno utilizziamo, meno cemento e minori emissioni di CO2. Inoltre, la CO2 viene immagazzinata anche nel legno. È una vittoria per tutti”.

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, FacciataEdificio residenziale HAUT Amsterdam / Architettura Team V - Immagine 42 di 44

Cambiamento significativo. In un paese con una tradizione di costruzione in cemento e acciaio, una torre residenziale in legno è un’eccezione, e quindi più costosa da realizzare. Do Janne: “E’ solo questione di tempo. Se vuoi sfruttare i vantaggi di un tempo di costruzione più breve e di una costruzione più leggera, questo è possibile solo se diventa più facile da implementare. Penso che l’intera catena di costruzione dovrebbe essere più consapevole delle possibilità. Se tutti ne acquisteranno familiarità, il legname verrà scelto più rapidamente e i costi diminuiranno”. HAUT contiene 2800 m3 di CLT, che cresce in circa due ore nelle foreste di produzione austriache. Maggiore è la domanda di legname, più foreste di produzione verranno piantate. Ciò porta a un maggiore assorbimento di CO2 e a un maggiore stoccaggio di CO2. Più legname significa meno cemento.

Edificio residenziale HAUT Amsterdam / Architettura Team V - Immagine 43 di 44HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di interni, scale, facciata, finestre

Distinzione. Fu presto stabilito che la costruzione principalmente in legno di HAUT doveva essere progettata secondo il principio; di “legno ove possibile, acciaio o cemento ove necessario”. Gerard Comello del Lingotto: “Certo, abbiamo puntato alla massima ambizione: BREEAM Outstanding. Devi fare molto per ottenere il punteggio BREEAM più alto. Tutto ciò che puoi inventare nel campo della sostenibilità, devi fare tutto il possibile per ottenere le cinque stelle piene”. HAUT è dotato di 1.500 m2 di pannelli solari sul tetto e in facciata, un sistema di accumulo di energia termica, installazioni controllate da sensori con riscaldamento e raffrescamento a pavimento a bassa temperatura, nidi per uccelli e pipistrelli, punti di ricarica per auto elettriche condivise, e un giardino pensile con deposito di acqua piovana.

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, Paesaggio urbano

Approccio multidisciplinare. Architetto Do Janne Vermeulen: “Penso che i comuni dovrebbero utilizzare questi criteri più spesso negli appalti. È uno dei pochi mezzi a disposizione per poter gestire la qualità in una fase iniziale, anche prima che sia stato stabilito un comitato di concessione edilizia o un piano urbanistico. Coinvolgendo le parti del mercato in una fase iniziale e impostando un livello molto alto come comune, si ottengono risultati ambiziosi e buoni. In breve, aumenta la capacità di realizzare una città resiliente, accessibile e sostenibile”.

HAUT Amsterdam Edificio residenziale/Team V Architecture - Fotografia di esterni, Finestre, Paesaggio urbano
Origine: АrсhDаilу

Leave a Reply