Skip to main content

Origine: АrсhDаilу

Hat House / Architetto Tina Bergman

Hat House / Tina Bergman Architetto - Fotografia di esterni, foresta

Hat House / Architetto Tina Bergman - Fotografia di esterni, finestre, foresta

Descrizione testuale fornita dagli architetti. Soprannominata The Hat House, per la sua somiglianza con una fiaba svedese su tre bambini che vivono in un cappello, questa piccola capanna è nascosta in una foresta di betulle tra le montagne svedesi, appena sotto il limite del bosco e con un prato sotto i piedi.

Hat House / Architetto Tina Bergman - Fotografia di esterni, finestre, forestaHat House / Tina Bergman Architetto - Fotografia di esterni, Windows

Con l’incarico di ospitare una famiglia di cinque persone, un grosso cane peloso e molti visitatori, mi sono recato sul posto con i miei clienti in un fine settimana insolitamente caldo alla fine di maggio: ho incontrato quel verde intenso delle foglie di betulla appena sbocciate e silenzio quasi completo, il nostro obiettivo era trovare un punto dove collocare l’edificio. Lo trovammo presto: una radura di forma naturale, ritirata dalla strada forestale, con vista sulle montagne e un lago a sud ea ovest, e con orchidee gialle che crescevano a est.

Hat House / Architetto Tina Bergman - Immagine 21 di 23Hat House / Architetto Tina Bergman - Immagine 23 di 23

The Hat House è costruita in un’area in cui gli edifici devono essere piccoli; con un’impronta di soli 100 m2, la forma della cabina rispecchia il programma e la dolce pendenza del sito: dormi sotto il tetto e fai il bagno sotto, e ti raccolgono alcuni gradini dove puoi vedere il lago. La sua forma è informata dal bisogno di calore e dal bisogno di riparo; centrato attorno al camino e al camino, si abbassa il cappello sulle orecchie.

Hat House / Tina Bergman Architetto - Fotografia d'interni, Sala da pranzo, SediaHat House / Tina Bergman Architetto - Fotografia di interni, tavolo, sedia

The Hat House è una casa progettata per essere vissuta e per resistere al suo ambiente. Il suo pavimento di abete rosso sarà raschiato da scarponi da sci e zampe di cane, il suo rivestimento in cuore di pino sarà esposto alle intemperie dall’accumulo di neve. È una casa che segue intensamente le stagioni dell’anno; la debole luce blu del pieno inverno, il verde esplosivo della nuova estate e i gialli nebbiosi delle montagne autunnali.

Hat House / Tina Bergman Architetto - Fotografia d'interni, Cucina, TraveHat House / Tina Bergman Architetto - Fotografia di interni, cucina, controsoffitto, trave

La cabina è interamente realizzata in legno: la struttura portante combina legno lamellare e legno tenero. Le pareti esterne, i tetti e le grondaie sono rivestiti con pino centrale di provenienza locale impregnato di Kebony, un prodotto di scarto di origine vegetale che modifica le cellule del legno e conferisce al legno tenero le caratteristiche del legno duro. Internamente le pareti e il soffitto sono rivestiti con tavole di abete rosso tinteggiate con olio bianco per evitare che il legno diventi scuro, con pavimenti in blocchetti di abete rosso a venatura di testa.

Hat House / Tina Bergman Architetto - Fotografia di esterni, Windows
Origine: АrсhDаilу

Leave a Reply