Skip to main content

Origine: АrсhDаilу

Edificio commerciale Diagon / Moon Hoon

Edificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di esterni, facciate, finestre

Edificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di esterni, finestre, facciate

Descrizione testuale fornita dagli architetti. Haebangchon significa città della libertà o della liberazione, situata vicino a Itawon e Yongsan, dove risiedono molti cittadini stranieri e personale dell’esercito statunitense. Recentemente è stato riadattato con molti bar e ristoranti alla moda coreani e occidentali, dove la giovane folla internazionale si mescola. Il sito è in cima alla collina dove sono disponibili splendide viste sulla città. (solo quando raggiungi il tetto).

Edificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di esterni, facciate, finestre

La prima idea è quella di fornire una vista dal tetto bloccata dall’edificio stesso. Dal ciglio della strada parte una scala diagonale simile a un wormhole che attraversa il pavimento e conduce al balcone al 2° piano, offrendo una splendida vista. Questa scala wormhole diagonale blackhole è concepita come un’offerta, un’offerta al pubblico, come l’offerta di un arco ombreggiato di Louis Khan a Kimbell. Un’altra offerta pubblica è un sedile circolare camuffato da gradini all’ingresso concavo. Ho progettato queste offerte con l’intenzione di invitare molti passanti a sperimentare la vista della strada e la vista dal tetto.

Edificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di esterni, corrimanoEdificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di interni, scale, finestre, facciate, corrimanoEdificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di interni

L’edificio esistente è stato costruito negli anni ’80 con mattoni e cemento ed è stato concepito come una piccola residenza. Le condizioni della residenza nel seminterrato erano dure e anche le residenze fuori terra avevano solo le basi, non avendo nessuna delle fantastiche viste prese in considerazione per la qualità della casa. Penso che fosse il caso negli anni ’80 a Seul, dove la maggior parte delle case venivano costruite frettolosamente senza alcuna considerazione per la qualità della vita. Quindi la maggior parte dei muri esistenti viene rimossa, ma la maggior parte delle strutture in cemento viene mantenuta. La natura commerciale (spazio in affitto) dello sviluppo ha guidato con facciate continue con pareti minime all’interno dei piani. La scala diagonale dimezza all’incirca 1,2 al 3° piano ma consente la circolazione intorno alla maggior parte di essa (tranne il 3° piano). La scala diventa qualcosa di simile a un animale gigante che sale attraverso i pavimenti, portando qualcosa di speciale nello spazio omogeneo. Potrebbe comportarsi come un doppio, uno come un pezzo per attaccare mobili creativi di tramezzi, l’altro come una fastidiosa massa ingombrante nel mezzo.

Edificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di esterni, finestre, facciateEdificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di interni, facciate, travi

Il significato di Haebangchon, città della libertà o della liberazione è inscritto nel progetto attraverso una scala penetrante e il successivo balcone, naturalmente, il tetto è la liberazione definitiva…la liberazione dall’architettura. L’altro elemento è il finto muro che circonda due lati del disegno. Uno è molto più grande dell’altro, che è concepito come un balcone stretto, il 3 ° piano ha un balcone molto utile e accogliente circondato dalla finta parete di vetro in lontananza.

Edificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di esterni, finestre, facciate

Sto immaginando l’introduzione di molte piante avventurose che amano la verticale, che utilizzeranno finte pareti di vetro per dipendere dalla loro crescita. Se questo accade nel tempo, vedo già un mini edificio, che mi ricorda Kandalama di Geoffrey Bawa.

Gli edifici di vetro sono brutti, penso….

Edificio commerciale Diagon / Moon Hoon - Fotografia di esterni, finestre
Origine: АrсhDаilу

Leave a Reply