Skip to main content

Origine: АrсhDаilу
Domain House / IN STUDIO - Fotografia di esterni, finestre, facciata

Domain House / IN STUDIO - Fotografia di esterni, finestre, facciata

Descrizione testuale fornita dagli architetti. C’era un pezzo di terra nel distretto di Rakuhoku della città di Kyoto che era stato abitato di generazione in generazione sin dal tardo periodo Edo. Ogni membro della famiglia costruì una casa e un luogo di lavoro sulla terra, e vissero insieme e separati gli uni dagli altri. Sebbene ora ci siano confini istituzionali della proprietà, fino a poco tempo fa le persone attraversavano i confini della terra e andavano e venivano secondo necessità, e in realtà i confini erano allentati. In termini di tempo trascorso qui, la casa è effimera e la terra è permanente, quindi quando vivi qui, ti sembrerà di vivere nella terra così come nella casa. Le due case e l’officina su questo terreno dovevano essere demolite per far posto a un’unica casa.

Domain House / IN STUDIO - Fotografia di interni

Quando si costruisce una casa qui, non è stato ritenuto appropriato utilizzare la forma di una moderna casa prodotta in serie. Perché nei tempi moderni sono stati attuati la proprietà privata e l’individualismo basato sul diritto moderno, e la casa, che funge da castello per una famiglia, è costruita in una forma che racchiude la terra con un muro e un cancello, e lo spazio abitativo con un muro esterno e una porta d’ingresso, che separa la città dallo spazio abitativo e garantisce un mondo limitato a ogni membro della famiglia. Tuttavia, poiché il terreno conserva ancora i confini labili dell’era premoderna prima del diritto moderno, è sembrato meglio riconsiderare la forma abitativa andando un po’ più indietro nel tempo rispetto all’era moderna. Piuttosto che una casa tagliata fuori dal resto del mondo da solidi confini, è possibile creare una casa territoriale che espanda la coscienza e sia radicata nel mondo.

Domain House / IN STUDIO - Fotografia di interni, tavolo, finestre, sedia, traveDomain House / IN STUDIO - Fotografia di interni, controsoffitto, scaffalature, travi, finestre

Questo progetto abitativo richiedeva privacy e luce. Se dovessimo tradurli in spazio, dovremmo fornire solide pareti esterne e interne, finestre di dimensioni adeguate con il giusto orientamento e interni ben illuminati, come è standard negli alloggi odierni prodotti in serie. Qui, tuttavia, è sembrato opportuno bilanciare questi due opposti leggendo “privacy e leggerezza” come “spaziosità e apertura. Non si tratta di un piccolo appezzamento di terreno di nuova costruzione, ma di un grande appezzamento di terreno nel contesto della città e dei suoi parenti, che offre la possibilità di creare una casa con il senso del territorio e dell’apertura.

Domain House / IN STUDIO - Fotografia di interni, finestre, facciateDomain House / IN STUDIO - Immagine 19 di 19

Per creare un’area in cui vivere, ho sollevato il terreno lungo il ciglio della strada, ho creato un pavimento di terra che galleggiava sopra la terra e ho appeso un soffitto scrostato. Il terrapieno crea una distanza dalla città, pur rimanendo collegato ad essa. Il pavimento di terra galleggiante è un membro del terreno come materiale, ma il suo profilo fluttuante crea un’area distanziata dal suolo. Il soffitto mukuri si estende verso l’esterno e crea un’area che avvolge l’interno. Il pavimento e la grondaia sono arretrati rispetto al suolo per creare una superficie di vetro irregolare, e parte degli interni ha un pavimento sopraelevato con assi di legno e tatami. In questo modo si creano aree private a tappe dal cuore della casa alla città, per poi aprirsi a tappe.

Domain House / IN STUDIO - Fotografia di interni, finestre, facciate, sedia

Inoltre, il volume, gli infissi e gli alberi sono disposti per supportare la vita quotidiana dei residenti. Il volume comprende le attrezzature abitative, lo stoccaggio e le pareti portanti. Anche il piano superiore fa parte del volume e contiene la camera da letto più riservata. Gli infissi sono posizionati intorno alla grondaia, al pavimento e alla stanza del tatami per regolare la privacy, la luce solare e il vento. Gli alberi controllano la linea di vista tra l’interno e l’esterno e riflettono le stagioni sulla terra.

Domain House / IN STUDIO - Fotografia di interni, Windows, Beam

L’esterno è una casa a due falde con tetto piatto con grondaia e copertura in tegole, con una superficie ripetuta simile a una finestratura sulle pareti esterne. L’esterno è una casa a capanna con tetto piatto con grondaie e copertura in tegole, con una superficie ripetuta simile a una finestratura sulle pareti esterne. Le grondaie e gli arredi seguono il paesaggio tradizionale di Kyoto e, allo stesso tempo, abbiamo cercato di prendere le distanze dall’atmosfera di blocco delle moderne case prodotte in serie composte da scatole e pareti.

Domain House / IN STUDIO - Fotografia di interni, sala da pranzo, scaffalature, finestre

In termini di tecnica, la composizione del terrapieno, degli alberi, del pavimento in terra battuta, del pavimento sopraelevato e degli arredi è un vecchio metodo che si trova in giardini, templi, santuari e case medievali, mentre la manipolazione della forma in sezione e la disposizione di elementi discreti sull’aereo sono metodi moderni. In altre parole, si distanzia o si inserisce selettivamente sia nel passato che nel presente. In termini di ambiente, pur garantendo confini minimi come l’ambiente naturale e la proprietà, l’artista ha creato un’area ampiamente percepibile e confortevole in cui vivere. Non è confinata dai confini tracciati dalle istituzioni moderne e contemporanee, né lo è è eccessivamente aperto in opposizione a loro; è in queste aree create soggettivamente che le persone dovrebbero vivere.

Domain House / IN STUDIO - Fotografia di esterni, finestre, porte, facciate
Origine: АrсhDаilу

Leave a Reply