Skip to main content

Origine: АrсhDаilу

Casa Campestre / LEIVA arquitetura

Casa Campestre / LEIVA arquitetura, © Gabriel Konrath

© Gabriele Konrath

Descrizione testuale fornita dagli architetti. La prima domanda che ci siamo posti quando abbiamo iniziato questo progetto è stata: com’è progettare una casa su un foglio di carta bianco? Una terra con spazio libero, senza vicini e senza elementi visivi indispensabili dell’ambiente circostante: a cosa aggrapparsi per creare un progetto significativo?

© Gabriele Konrath

Le richieste dei clienti erano poche: l’area social era il centro della casa, accogliere amici e parenti in modo integrato e connesso era l’augurio più grande. Inoltre, volevano una casa che fosse soprattutto funzionale ed economica.

© Gabriele KonrathPianta - Piano terra© Gabriele Konrath

In quest’ottica, abbiamo utilizzato le condizioni meteorologiche come motore principale del progetto al fine di generare comfort negli spazi interni: sulla base di ciò abbiamo deciso di realizzare una costruzione rettangolare (forma più economica), con una facciata longitudinale rivolta a nord (facciata con una migliore luce solare).

Diagramma 01

L’area intima e l’area sociale sono state divise dal piccolo ufficio, richiesto dal cliente che lavora da un ufficio a casa, uno spazio che funge anche da barriera acustica, riducendo il rumore nelle camere da letto quando si utilizza l’area sociale. L’area sociale ha un’ampia apertura a sud che permette un’abbondanza di luce naturale senza l’ingresso di calore, oltre a rendere la totale integrazione con il bosco esistente sul retro del terreno, con l’orto e il frutteto.

© Gabriele Konrath

Tutte le aree di sosta breve sono esposte a sud e la lavanderia ha una vasca esterna, per ripulire dopo aver lavorato al terreno o per fare il primo lavaggio del cibo raccolto in giardino!

Nella zona intima, ampie finestre integrano le camere da letto direttamente con lo spazio esterno. Grondaie di dimensioni strategiche bloccano l’ingresso del sole estivo ma gli consentono di entrare in quello invernale, riscaldando l’ambiente. Sempre lavorando con l’ambiente in favore dell’architettura, sono stati piantati alberi a foglie caduche creando un microclima su questa facciata.

© Gabriele Konrath

La matericità e la volumetria della casa sono state pensate per riferirsi alla casa. La casa tradizionale con tetto a due falde che è il primo disegno che apprendiamo di una casa.

© Gabriele KonrathDiagramma 02

Crediamo che attraverso l’architettura possiamo influenzare il modo in cui le persone si sentono all’interno degli spazi, come interagiscono e che tipo di esperienze avranno. Pertanto, nell’area social, abbiamo optato per il soffitto spiovente in legno, rafforzando la sensazione di casa e di accoglienza. Anche i telai in legno e il pavimento in vinile corrispondono a questa sensazione. Il pannello sandwich metallico dona un tocco di modernità alla volumetria esterna e svolge un ruolo importante nell’isolamento termico.

© Gabriele Konrath© Gabriele Konrath

La costruzione della casa è stata realizzata con un razionale sistema in muratura pensando all’economia di costruzione e riducendo lo spreco di materiali.

© Gabriele Konrath

Così, la casa Campestre situata nella comunità di Campestre Alto, una zona rurale di un piccolo comune del Rio Grande do Sul, anche senza avere condizioni definite, non potrebbe essere altrove, poiché è strettamente legata all’ambiente circostante e ai suoi condizioni naturali, creando un’architettura di qualità per le sensazioni proposte, sfruttando le risorse disponibili con intelligenza e senza esagerazione.

© Gabriele Konrath
Origine: АrсhDаilу

Leave a Reply